POSTED BY Francesca Baldini | Mar, 31, 2020 |

Maxidina è uno strumento prezioso per sanificare, che rispetta l’ambiente e l’uomo.

Un prodotto innovativo, particolarmente utile nella situazione che stiamo vivendo, per fronteggiare il dilagare del virus Covid-19.

Sì, perché è proprio in questo periodo, in cui continuamente viene ripetuto quanto sia importante lavare mani e superfici dove il virus può sopravvivere per tempi più lunghi, che dobbiamo ricordare di non commettere altre azioni controproducenti per la nostra salute.

I virus, infatti, pur non avendo la possibilità di sopravvivere a lungo al di fuori di un organismo ospite che ne assicuri la replicazione e quindi la vita, possono comunque resistere più a lungo se presenti su substrati organici come ad esempio la saliva, veicolo di contagio. Risulta pertanto fondamentale eliminare il substrato organico, anche detto biofilm, che costituisce un’efficace protezione dei microrganismi dagli eventi esterni e la loro riserva di nutrimento ed è un solido punto di ancoraggio per gli ospiti. Il biofilm rappresenta quindi una potenziale fonte di contaminazione costante.

Maxidina grazie alla sua speciale formulazione è in grado di eliminare il biofilm presente sulle superfici e rimuovere selettivamente la carica batterica anaerobica, spesso patogena e, tra l’altro, responsabile della produzione di cattivi odori (fermentazione).

Maxidina: la Storia

Il brevetto Maxidina nasce nei laboratori dell’Università “La Sapienza” di Roma, grazie alle ricerche del prof. Fedele Manna, docente di Chimica Farmaceutica e Tossicologia dell’ateneo romano, che per anni ha condotto ricerche specializzandosi sull’analisi ambientale e il trattamento delle acque.

Dopo dieci anni di studi e test, nel 2009, il principio attivo alla base di Maxidina ottiene la certificazione per essere immesso sul mercato. Inizia così la produzione di questo nuovo prodotto, che ha ricevuto non poche resistenze nel mondo del cleaning, proprio per le sue caratteristiche innovative e non “aggressive” per l’ambiente. Nasce così la MTF Biochemical.

Il segreto di Maxidina

L’innovazione introdotta da questo prodotto risiede nella sua composizione. Maxidina infatti è un sanificante biologico ed ecosostenibile, che non possiede agenti aggressivi come cloro o ammoniaca, agendo senza essere tossico per l’uomo e per l’ambiente.

La novità è il principio alla base nell’applicazione del prodotto che, una volta entrato in contatto con il materiale organico, elimina selettivamente i batteri anaerobi responsabili della produzione di cattivi odori lasciando intatta la cosiddetta biomassa attiva formata da batteri che funzionano con l’ossigeno che non producono cattivi odori e soprattutto eliminano la componente organica.

Dunque Maxidina riesce ad eliminare i cattivi odori e lo sporco, quindi i batteri cattivi, salvaguardando quelli buoni e di conseguenza anche l’ambiente. Questo principio è prezioso, soprattutto in questo periodo, perché permette di sanificare aree come: ospedali, caserme, ostelli, scuole, chiese, case di riposo, hotel e ogni luogo dove c’è concentrazione di persone; Maxidina sanifica senza lasciare residui tossici e quindi dannosi per l’uomo.

Infatti, l’uso smodato di additivi chimici aggressivi, come quelli a base di cloro, hanno già oggi creato resistenza batterica e prodotto specifiche allergie ai componenti chimici di sintesi.

L’azione di Maxidina è stata accertata grazie a test specifici che ne hanno dimostrato l’efficacia anche e soprattutto contro Legionella e Listeria. La sua azione si evince quindi nell’abbattere le cariche batteriche e di conseguenza le contaminazioni virali. Azione secondaria di Maxidina è quella di sviluppare – durante la reazione di attivazione – ossigeno attivo, migliorando quindi l’azione sanificante.

Maxidina: prodotto comodo, pratico ed economico

La forza del prodotto non risiede solo nella formula alla base del suo composto, sono anche altri i fattori che ci inducono a riconoscere la sua validità, come eco-sostenibilità e sicurezza per l’ambiente e per l’uomo.

Nell’era della salvaguardia dell’ambiente, questo prodotto risulta ecosostenibile perché si presenta in pratiche confezioni riutilizzabili – teoricamente all’infinito – di plastica dura con capsule da sciogliere direttamente all’interno dei contenitori.

Il confezionamento all’avanguardia porta così Maxidina ad avere un rapporto qualità -prezzo estremamente vantaggioso, sia per la grande distribuzione sia per il consumatore finale.

Maxidina ha diverse linee prodotto ed è quindi utilizzabile in diversi ambiti:

  • Ospedali / RSA / Cliniche / Laboratori di analisi
  • Scuole / Caserme / Luoghi di culto / Comunità / Centri Sportivi
  • Alberghi / Ristoranti
  • Industrie lavorazione delle carni
  • Aziende di gestione dei Rifiuti Urbani
  • Pulizia della casa, lettiere per animali, fino all’igiene personale.

Una vasta gamma che rende questo prodotto come estremamente versatile, per un mondo più pulito e libero da cattivi odori!

Infine le peculiarità del prodotto fa di Maxidina un valido alleato nell’emergenza Covid-19.

Maxidina è un prodotto venduto in esclusiva per SwitzPharma & Biotech Research S.A.

TAGS:
  • COVID-19,
  • Maxidina,
  • Maxidina VS Batteri,
  • Maxidina VS Virus,

You must be <a href="https://www.switzpharma.com/wp-login.php?redirect_to=https%3A%2F%2Fwww.switzpharma.com%2F2020%2F03%2F31%2Fmaxidina-un-valido-alleato-contro-covid-19%2F">logged in</a> to post a comment.